Le tappe del dissesto e della scomparsa della spiaggia di Capo d'Orlando.




Dopo la costruzione della strada di Tavola Grande (avvenuta alla fine degli anni 70), realizzata al posto delle dune di sabbia e con la contemporanea urbanizzazione lato mare della Trazzera Marina (favorita dalle previsioni del nuovo piano di fabbricazione adottato nel 1974), le mareggiate iniziano a “minacciare” le abitazioni. Prima di allora, per quanto violente potessero essere, le mareggiate si abbattevano su spiagge ampie che assorbivano la forza delle onde. La presenza, fino alla fine degli anni '50, di apparati dunali colonizzati e stabilizzati dalla vegetazione alofila (canne, tamerici, macchia mediterranea) assicurava l'alimentazione della spiaggia anche in occasioni di mareggiate prolungate. Poi nel 1984 …





 

__________________________________________________________________________________________________________________________

 

home page

chi siamo

tutti i temi

documenti

le cause

richiedi info

 

slideshow

i comuni

capo d'orlando

versione mobile

facebook

 

 

 

OSSERVATORIO SULL'EROSIONE DELLE SPIAGGE

della Provincia di Messina

In Collaborazione con LEGAMBIENTE NEBRODI

Area Riservata